Moto usate: consigli pratici per l’acquisto

Pubblicato il : 23 Marzo 20216 tempo di lettura minimo

L’inverno è il periodo in cui la stagione motociclistica è sospesa. Quindi è un ottimo momento per pensare con calma alla scelta e all’acquisto della moto dei tuoi sogni. Diamo un’occhiata a ciò a cui è necessario prestare attenzione e come prepararsi all’acquisto di una moto usata.

Una moto usata è un migliore investimento

Per la maggior parte di noi, la scelta è tra comprare una moto nuova in uno showroom, un modello economico che nella maggior parte dei casi lascia a desiderare in termini di qualità, o, se vogliamo una macchina di ottima qualità, comprare una moto usata. Quest’ultima opzione sembra essere molto più vantaggiosa. Dobbiamo sempre puntare sulla qualità. Se i vincoli finanziari non ci permettono di comprare una macchina solida da uno showroom, dovremmo rinunciare al desiderio di comprare una macchina nuova e puntare sul cosiddetto usato.

Le moto usate non devono per forza significare merce danneggiata o difettosa. Prima di decidere di comprare una macchina usata, controlliamo alcuni aspetti importanti per evitare di essere “fregati” e per essere sicuri delle condizioni tecniche di una moto. 

Ottieni informazioni sulla moto a cui sei interessato

Con l’attuale sviluppo di Internet, fare una ricerca completa non dovrebbe essere un problema per nessuno. Prima di decidere di comprare una particolare moto, cerchiamo di ottenere più informazioni possibili su di essa. Come fare? Prima di tutto, chiedete al venditore il numero di identificazione della macchina che vi interessa. Una volta che conosciamo il numero, chiediamo consiglio alle stazioni ASO, che ci forniranno informazioni sul mercato di destinazione, sull’anno di produzione o, per esempio, sull’equipaggiamento standard. Per lo stesso scopo, possono essere utili i “lettori” di VIN su Internet. Se non riusciamo a trovare il modello che ci interessa in un ASO, dovremmo provare a cercare oltre, per esempio in banche dati come Carfax o Autocheck. Tenete presente che la base di informazioni OSSA può essere limitata alle moto sul mercato europeo o anche a quelle dei soli concessionari polacchi. Inoltre, navighiamo su Internet e facciamo domande sui forum tematici. Cerchiamo di ottenere più informazioni possibili, compresi i dettagli (come è verniciata nei diversi anni, la presenza di adesivi sotto il cofano, il disegno degli indicatori di direzione o il colore delle coperture del motore), i miglioramenti apportati nei diversi anni e i problemi tipici della moto e la manutenzione frequentemente ripetuta ad essa collegata.

Conosci il tuo concessionario di moto

Un modo ben noto per comprare una moto usata è attraverso un rivenditore. Ci sono molti miti che circondano l’acquisto di moto attraverso un concessionario, che possono scoraggiare di andare su questa strada. Tuttavia, uno spacciatore non deve sempre significare problemi. Un buon controllo di un rivenditore vi terrà fuori dai guai. Cominciamo a cercare informazioni su internet e sui forum. Se il concessionario da cui intendiamo acquistare un veicolo è disonesto, troveremo sicuramente tali recensioni. La seconda misura preventiva è controllare se il rivenditore dà una garanzia e, se sì, a quali condizioni e per quanto tempo. L’attrezzatura acquistata da un rivenditore che dà una garanzia sui pezzi di ricambio ci dà la stessa possibilità di reclamare i difetti come per una macchina acquistata da un rivenditore. Vale anche la pena di controllare se la moto in offerta ha il suo showroom e il suo servizio. Un altro modo molto importante per controllare il venditore, che conosciamo per esperienza, è provare a “contrattare”. Se il venditore riesce a dimezzare il prezzo della moto durante il “mercanteggiamento”, prendiamolo come un avvertimento. Nessuno vorrà dare via una buona bicicletta al costo. Una riduzione di prezzo così improvvisa può significare che non tutto va bene con la moto. 

Comprare da un altro pilota

La maggior parte degli utenti di moto sarà d’accordo sul fatto che il modo migliore per acquistare la propria macchina è da altri motociclisti. Le moto sono più sicure da comprare da altri appassionati. Si può quindi essere abbastanza sicuri che la macchina è ben mantenuta e regolarmente revisionata. Tuttavia, vale la pena dare un’occhiata più da vicino al pilota che vende la macchina. La manutenzione non è un piacere economico. Può risultare che la maggior parte del lavoro di servizio sia stato fatto da lui stesso. Quindi controlliamo se la moto funzionava con olio vecchio, un filtro intasato, ecc. 

Cosa bisogna cercare quando si compra una moto usata?

La cosa più importante è conoscere la storia dettagliata dei lavori di manutenzione fatti sulla moto così come il chilometraggio. È interessante sapere quali regolazioni sono state fatte, quali fluidi sono stati sostituiti, ecc. Grazie a questo, conosceremo le condizioni generali della macchina e il lavoro che richiederà nel prossimo futuro. Un altro aspetto, ancora più importante, è un accurato interrogatorio delle condizioni delle varie parti. Tiriamo fuori la lingua, non lasciamo spazio ai malintesi. Controlliamo, per esempio, lo spessore del battistrada delle gomme, chiediamo lo spessore dei dischi dei freni, ecc. È utile essere assicurati via e-mail che se lo stato della macchina non corrisponde alla descrizione, il venditore rimborserà le spese di viaggio.

Consigli pratici per l’acquisto di una moto usata

Controlla accuratamente le condizioni di una moto che il venditore dice essere dopo un incidente. Chiedete cosa è stato danneggiato e in che misura. Non fatevi ingannare dalle descrizioni di condizioni eccellenti. Fate attenzione all’interesse per l’oggetto. Se una moto viene descritta come “perfetta”, ha un prezzo di vendita allettante e viene pubblicata su siti di vendite e aste per, diciamo, altri sei mesi, bisogna chiedersi se il venditore è affidabile. Una moto in buone condizioni, a un prezzo interessante, troverebbe sicuramente un acquirente entro sei mesi. Seguiamo la regola della fiducia limitata.

Plan du site